Paese e territorio - CAI - Club Alpino Italiano - Sezione Fara San Martino

Club Alpino Italiano Sezione Fara San Martino

Scudo azzurro con stella centrale sovrastato da un'aquila. Festone con la scritta dell'Associazione e dietro lo scudo si intravedono una piccozza, una corda e un binocolo
Ritaglio della foto di Ilaria Romano, Rifugio Manzini - Valle Cannella.
Vai ai contenuti

Menu principale:

FARA SAN MARTINO IN BREVE


Fara San Martino è posta sul versante orientale della Majella proprio ai piedi del massiccio roccioso.
Dai dati elencati sopra appare evidente che la maggior parte della superficie è in area montana (4430 ettari di cui 3800 montani).
Il rilievo montuoso situato proprio alle spalle del paese è solcato da due bellissime vallate.
La prima di essa la Valle di Santo Spirito, detta anche la Valle di Fara San Martino, è divisa in tre tratte: la Valle di Santo Spirito, Valle di Macchia Lunga e Valle Cannella; essa arriva fino ai piedi di Monte Amaro la cima piu alta di tutto il Massiccio con i suoi 2793 metri. La seconda valle, la Val Serviera, è divisa anch'essa in tre tratte: la Valle del Fossato, la Val Serviera e la Valle del Forcone; essa in buona parte del percorso ha la caratteristica di una forra e penetra nel Massiccio fino alla base di Monte Acquaviva (2737 m.) e Cima Murelle (2596 m.).

Nel territorio è presente anche un piccolo ma importante fiume, il Verde, che diventa poi affluente del fiume Aventino, e che oltre a soddisfare le esigenze domestiche, le sue acque alimentano la produzione industriale di pasta che ha reso il paese famoso nel mondo.  

Fara San Martino ospita la Riserva naturale della Majella Orientale e fa parte del territorio del Parco Nazionale della Maiella. Il paese è il punto di partenza per molte escursioni, tra le più belle di tutta la la catena degli Appennini.
Il borgo è di origine longobarda, come suggerisce il nome "Fara". Le prime notizie documentate risalgono al IX-X secolo, quando il territorio fu colonizzato dai monaci benedettini. Risale al XI secolo la costruzione dell'abbazia di San Martino in Valle. Fino al XV secolo Fara rimase sotto il dominio dei monaci. Nel XVI secolo divenne feudo dei Valignani di Chieti. Scarse sono le notizie sulle vicende storiche nei secoli seguenti. Sono da visitare i reperti architettonici e scultorei recuperati nell'abbazia di San Martino e una tela di Tanzio da Varallo custodita nella chiesa parrocchiale di San Remigio.

Dati anagrafici:

Regione: Abruzzo
Provincia: Chieti
Comunità montana: Majelletta (zona P)
Altitudine: 440 metri s.l.m.
Superficie: 4430 ettari ( di cui 3800 montani)
Popolazione: 1760 abitanti


Luoghi consigliati da vedere:
    Gole di San Martino
    Ruderi del Monastero di San Martino in Valle
    Sorgenti del Fiume Verde (Area pic-nic)
    Centro storico
    Museo Naturalistico presso le Sorgenti
    Centro visite

Privacy Policy

CAI Sezione Fara San Martino
66015 Fara San Martino (CH)
info@caifarasanmartino.it
Cell. 320.7269364

Torna ai contenuti | Torna al menu